"In Charitate Corporis ac Spiritus"

Galleria d'Arte Moderna di Biancavilla

L'evento si è tenuto il 30 aprile 2016 alle ore 17:00 presso Basilica Collegiata

Articolo letto 245 volte

×

L'evento si è tenuto il 30 aprile 2016 alle ore 17:00 presso Basilica Collegiata

"In Charitate Corporis ac Spiritus"

Galleria d'Arte Moderna di Biancavilla

Articolo letto 245 volte

In occasione del giubileo della "Misericordia" indetto da Papa Francesco nell'anno 2015, l'associazione culturale della chiesa collegiata di Maria Santissima dell'Elemosina ha messo in piedi una mostra a tema "In Charitate Corporis ac Spiritus". Dislocate lungo le navate laterali della chiesa, quattordici sculture raccontavano le quattordici opere di Misericordia, le sette opere si Misericordia corporale: dar da mangiare agli affamati, dar da bere agli assetati, vestire gli ignudi, alloggiare i pellegrini, visitare gli infermi, visitare i carcerati, seppellire i morti. E le sette opere di Misericordia spirituale: consigliare i dubbiosi, insegnare agli ignoranti, ammonire i peccatori, consolare gli afflitti, perdonare le offese, sopportare le persone moleste, pregare Dio per i vivi e per i morti.
Il progetto artistico della mostra è stato attuato grazie alla competenza specifica e all'impegno del Professor Salvatore Mazzone, del parroco Agrippino Salerno, il Sindaco Giuseppe Glorioso e Giuseppe Santangelo presidente dell'associazione "Maria Santissima dell'Elemosina" e coordinatore del Giubileo nel Santuario Mariano di Biancavilla.
Gli artisti invitati, con lo spirito creativo e la fede che contraddistinguono le anime sensibili, si sono interrogati sul tema della mostra realizzando opere uniche ed inedite, a titolo completamente gratuito. La critica artistica è stata a cura del professor Paolo Giansicacusa, Docente Ordinario Universitario di Storia dell'Arte dell'Accademia di Belle Arti di Catania.
Al termine della mostra le opere sono state donate alla Galleria d'Arte Moderna di Biancavilla situata al centro polivalente Villa delle Favare.
Vedi Opera
Gazzetta Rossazzurra del 7-5-2016 Anno I n. 2
Publish at Calameo